Sfogliato da
Tag: esecuzione

Altre due persone impiccate a Tokyo

Altre due persone impiccate a Tokyo

Il Ministro della giustizia della legge (intuizione di Shisaku) Sadakazu Tanigaki ha firmato l’ordine di impiccagione per due condannati a morte: Yoshihide Miyagi, 56 anni, e Katsuji Hamasaki, 68. Entrambi membri di un gruppo di criminalità organizzata, avevano invitato due membri di un gruppo rivale in un “family restaurant”, dove li avevano uccisi, sparando 8 colpi di arma da fuoco. La condanna è stata eseguita ieri, 26 aprile. Giusto in tempo per godersi il ponte della Golden Week: molti ministri saranno in…

Leggi tutto Leggi tutto

Tre persone impiccate a Tokyo, Nagoya e Osaka

Tre persone impiccate a Tokyo, Nagoya e Osaka

Il Ministro della giustizia Sadakazu Tanigaki ha firmato l’ordine di impiccagione per tre condannati a morte: Kaoru Kobayashi, 44, che rapì, torturò e uccise una bambina di 7 anni; Masahiro Kanagawa, che in un raptus uccise e ferì a coltellate alcune persone in un supermercato di Ibaraki, e Keiki Kano, che commise due omicidi. Le impiccagioni sono state eseguite ieri. Non c’è molto da aggiungere, se non esprimere il consueto disappunto per una pratica barbara, giustificata con il solito riferimento alla volontà popolare. Vi è un…

Leggi tutto Leggi tutto

Un anno senza impiccagioni di Stato

Un anno senza impiccagioni di Stato

La legge sugli istituti di carcerazione e sul trattamento dei detenuti ( 刑事収容施設及び被収容者等の処遇に関する法律 ) dispone all’art. 178 comma 2 che non si eseguano condanne a morte il sabato, la domenica, nei giorni di festa nazionale e dal 29 dicembre al 3 gennaio. Si può dunque dire oggi che in tutto l’anno solare 2011 non ci sono state esecuzioni capitali. Era da 19 anni che in Giappone non passava un anno intero senza impiccagioni di Stato. Al 27 dicembre sono 129 i detenuti…

Leggi tutto Leggi tutto

Aggiornamenti flash

Aggiornamenti flash

Cambia il governo ma non cambia l’indirizzo governativo in tema di pena di morte: il nuovo Ministro della giustizia Hideo Hiraoka ha dichiarato che non ha intenzione di approvare esecuzioni capitali nel prossimo futuro. La Corte di appello per la proprietà intellettuale di Tokyo, Pres. Toshiaki Iimura ( ? 飯村敏明 , qui la sua carriera)  ha reso un giudizio provvisorio in favore di Echigo Seika nella causa che la vede contrapposta a Sato Shokuhin Kogyo. Oggetto del contendere: un brevetto di…

Leggi tutto Leggi tutto

Esecuzioni capitali per ora bloccate

Esecuzioni capitali per ora bloccate

In un’intervista rilasciata allo Yomiuri Shinbun, il Ministro della giustizia Satsuki Eda ha dichiarato che al momento non ha intenzione di autorizzare esecuzioni capitali. In Giappone, anche nel caso di sentenze capitali passate in giudicato, è necessario l’ordine del Ministro della giustizia per procedere all’esecuzione del condannato. Nell’agosto scorso è stata istituita presso il Ministero della giustizia una Commissione di studio sulla pena di morte, che sta tardando a presentare le proprie conclusioni. Il ministro ha giustificato la sua posizione dicendo…

Leggi tutto Leggi tutto